Prezzi da capogiro! Fine serie, stock limitato!

TECNICHE DI LISI DEGLI ADIPOCITI A FINI ESTETICI

TECNICHE DI LISI DEGLI ADIPOCITI A FINI ESTETICI


Squadra

Il presente documento di valutazione è stato redatto dalla dott.ssa Françoise SAINT-PIERRE, responsabile del progetto presso il Dipartimento per la valutazione degli atti professionali, sotto la responsabilità della dott.ssa Michèle MORIN-SURROCA, vice capo dipartimento, e della dott.ssa Sun Hae LEE ROBIN. capo dipartimento.

La dott.ssa Françoise ROUDOT-THORAVAL e il dott. Bernard GUILLOT, membri della Commission nationale d’évaluation des dispositifs médicaux et des technologies de santé (Commissione nazionale per la valutazione dei dispositivi medici e delle tecnologie sanitarie), sono stati i membri referenti di questa valutazione.

La ricerca documentaria è stata condotta dalla signora Marie GEORGET, documentalista, con l’aiuto della signora Maud LEFEVRE, sotto la responsabilità della signora Christine DEVAUD, vice capo dipartimento e della dottoressa Frédérique PAGES, capo dipartimento.

L’organizzazione logistica e il lavoro di segreteria sono stati svolti dalla signora Louise Antoinette TUIL.

Introduzione

All’HAS è stato chiesto di intervenire nel quadro dell’articolo 1151-3 del Codice di sanità pubblica, che stabilisce che
“Le procedure cosmetiche la cui attuazione presenta un grave pericolo o un sospetto di grave pericolo per la salute umana possono essere vietate con decreto, previo parere dell’Alta Autorità per la Salute”. Qualsiasi decisione di revoca del divieto sarà presa nella stessa forma”.

La Direzione Generale della Sanità è stata informata dell’insorgere di complicazioni legate all’esecuzione di procedure di lisi degli adipociti a scopo dimagrante, offerte come alternativa ai metodi chirurgici. Queste complicazioni hanno provocato gravi sequele per gli utenti e costi per le assicurazioni sanitarie.

Queste tecniche di lisi degli adipociti traggono vantaggio dalla popolarità delle procedure cosmetiche, che vengono presentate al grande pubblico come meno invasive e meno costose della chirurgia estetica.

I meccanismi d’azione, l’efficacia e gli effetti di queste tecniche in termini di tolleranza e rischio non sono ben noti.
Lo scopo di questa valutazione è quello di fornire un parere sulla pericolosità o sulla sospetta pericolosità delle tecniche di lisi degli adipociti, in conformità con la richiesta della Direzione Generale della Sanità.

Opinione dell’HAS

Il titolo V, parte I, della CSP era originariamente destinato a coprire la prevenzione dei rischi associati a determinate attività diagnostiche e terapeutiche: la legge HPST ha aggiunto le attività estetiche.

L’articolo L.1151-3 CSP prevede che le procedure cosmetiche, la cui attuazione presenta un grave pericolo o un sospetto di grave pericolo per la salute umana, possano essere vietate per decreto previo parere dell’Alta Autorità per la Salute.

Tenendo conto di :

  • dati provenienti dalla letteratura scientifica, dati trasmessi dal DGS e dati provenienti da denunce di sinistri assicurativi (assicurazione medica);
  • posizioni delle agenzie sanitarie nazionali e internazionali
  • incarichi in organizzazioni professionali in Francia e all’estero
  • informazioni e risposte fornite nel corso di un’audizione dai rappresentanti del :
    • Società francese di dermatologia,
    • Società francese di chirurgia plastica ed estetica,
    • Associazione di pazienti Il legame,
    • Società di medicina morfologica e anti-invecchiamento,
    • Società francese di medicina estetica.

L’HAS ha concluso:

  • L’applicazione di tecniche lipolitiche non invasive, che utilizzano agenti fisici esterni, senza invadere la pelle (ultrasuoni focalizzati, radiofrequenza, laser, ecc.) presenta un sospetto di grave pericolo per la salute umana.
  • L’applicazione di tecniche di lisi degli adipociti mediante iniezioni di soluzioni ipo-osmolari rappresenta un serio pericolo per la salute umana.
  • L’applicazione di tecniche di lisi degli adipociti mediante iniezioni di prodotti lipolitici (fosfatidilcolina e/o sodio desossicolato) rappresenta un grave pericolo per la salute umana.
  • L’applicazione di tecniche di lisi degli adipociti mediante iniezioni di miscele mesoterapiche rappresenta un grave pericolo per la salute umana.
  • L’applicazione di tecniche di lisi degli adipociti mediante carbossiterapia rappresenta un grave pericolo per la salute umana.
  • L’applicazione di tecniche di lisi degli adipociti mediante laser transcutaneo, senza aspirazione, presenta un serio pericolo per la salute umana.